Orient(e) Express

Oriente Express

Chi di voi non ha un amico super informato sulle ultime uscite degli smartphone e alla vista di un iPhone o di un Samsung (prendo loro in esempio essendo i più famosi) ha esclamato: “Bello ma la prossima volta compra uno Xiaomi o un Meizu… sono migliori!”. Questo vuol dire che si parla di Oriente, il mercato orientale spinge, corre veloce come un treno (non a caso il titolo) e recupera il gap con l’occidente. Qualche anno fa i prezzi erano bassissimi ma anche la qualità era bassa, oggi invece a fronte di un leggero innalzamento di prezzo (comunque poco rilevante) c’è stato un salto di qualità su tutti i fronti. Colossi del mercato Cinese come Huawei già da anni è entrata prepotentemente nel mercato Europeo sbaragliando prima la fascia bassa, poi espandendosi verso la vetta sfornando negli ultimi tempi smartphone del calibro di Mate 7, Mate S, Mate 8 e gli ultimi P8 e P9. Il successo è presto spiegato: prezzi più bassi, qualità alta! Addirittura Huawei ha avuto la forza di creare un brand a parte capace di sfornare terminali a prezzi ancora più concorrenziali non rinunciando a nulla, anzi! Il marchio in questione è Honor che grazie a modelli come Honor 6/6+ e Honor 7 ha acquistato tanti consensi tra gli appassionati. Altre aziende stanno seguendo le orme di Huawei e cercano di espandersi verso l’Europa, già apprezzati sono appunto i marchi di Xiaomi (azienda tuttofare che produce dagli smartphone ai trolley smart etc.), Meizu anch’essa azienda di prim’ordine. L’ormai ex neonata OnePlus che con il successo del primo modello (OnePlus One) ha conquistato tanti utenti puntando anche sull’apertura verso il modding. Insomma tante aziende valide in grado di scardinare le certezze nostrane. Ma la domanda che ci dobbiamo sempre porre è: Conviene acquistare un terminale di importazione, non pensato per il nostro mercato e per i nostri utilizzi? Bene la risposta non è immediata ma bisogna arrivarci con un ragionamento. Dobbiamo considerare prima di tutto che sempre più modelli orientali vengono prodotti anche per l’occidente, con rom ufficiali e traduzioni con supporto ufficiale. Quindi possono considerarsi pensati per noi. Inoltre dove non c’è l’azienda molto spesso c’è la community e qui le porte del paradiso sono spalancate. Questo è il fronte software ma l’altra faccia della medaglia riguarda l’hardware. Poiché in oriente non è utilizzata manca, in quasi la totalità dei dispositivi, la famosa banda 20 (800Mhz) dell’LTE. Questo vuol dire che, con qualsiasi operatore ma in genere è più sfruttata da Wind, avrete meno ricezione di un normale smartphone. In pratica meno 4g nelle zone servite dalla banda 20. Per chi abita in città i disagi sono minimi se non nulli, chi abita in periferia può avere più problemi. Un altro problema per chi usasse la tecnologia NFC è che anche questa manca in tantissimi terminali orientali. Queste due possono essere gravi mancanze per qualcuno e inezie per altri. E se anche questi aspetti sono superabili, allora prendete in seria considerazione la possibilità che il prossimo smartphone che acquisterete sia uno Xiaomi, un Meizu o di un altro produttore orientale. Personalmente ho sposato questa teoria l’anno scorso acquistando per l’appunto il OnePlus One. Acquisto azzeccato, perfetto per le mie esigenze e risparmio di almeno 250 euro considerando il suo equivalente, ovvero Lg G3 (simile in tutto tranne che per lo schermo, e se non ricordo male per la messa a fuoco). Anche quest’anno sono orientato su questo mercato e principalmente punto sull’ultimo Xiaomi Mi 5 terminale dalle grandi doti tecniche, praticamente un fuoriclasse! Xiaomi oggi non vende ufficialmente in Italia quindi bisogna appoggiarsi a siti che si occupano di importare questo tipo di dispositivi. Meizu invece ha il proprio store online ufficiale e vende con garanzia Italia di 24 mesi. Discorso analogo per Honor, insomma acquistare oggi questi terminali è molto più semplice di qualche tempo fa, e le garanzie sono ampie. Da come si sarà capito in questo speciale referendum rispondo con SI, conviene acquistare questi terminali, perché soddisfano le nostre esigenze (o per lo meno le mie :D) e ci fanno risparmiare qualcosina, cosa sempre gradita. In attesa delle nuove recensioni in arrivo, restate sintonizzati su vincenzosannino.altervista.org e mi raccomando PASSAPAROLA!

Altre storie
|Anteprima Recensione| PowerBank Lumsing A1 Plus