|Recensione| Cuffie Xiberia T18 – Sound Clamoroso

|Recensione| Cuffie Xiberia T18 – Sound Clamoroso

Quando ho letto la descrizione di queste Cuffie Xiberia T18 mi sono reso conto che non fossero cuffie comuni, o comunque cuffie come quelle ho provato in passato. Infatti appena arrivate ho potuto constatare con mia sorpresa che la qualità è eccelsa e c’è un’attenzione al dettaglio non comune. La confezione è premium, in cartone rigido, e già esternamente l’azienda ci fa notare che quest’articolo ha vinto un premio alla conferenza WCA 2016 (World Cyber Arena). Motivo di vanto per Xiberia, e per chi acquista cuffie di questo calibro. Aperta la confezione troveremo una custodia rigida con rivestimento morbido soggetto purtroppo all’usura, se non siete persone attente. Troveremo inoltre il manuale per le istruzioni e un adesivo raffigurante il nome dell’Azienda. All’interno della custodia troveremo le cuffie in tutto il loro splendore. Le dimensioni sono generose ma sono veramente comode e non stancano. Unico neo, che posso segnalare, è il fatto che provocano sudorazione nella zona di contatto con la pelle, situazione comunque più che normale e comune, praticamente, alla totalità delle cuffie in commercio. I materiali sono ottimi, la robustezza è massima e non noteremo nessuno scricchiolio, segnalo inoltre l’estrema morbidezza dell’aureola che è a contorno delle cuffie. Abbiamo dei led RGB interni che illuminano i lati delle cuffie con colori tenui che varieranno automaticamente. Robusto e spesso il cavo (non sostituibile) e devo dire anche abbastanza lungo. Sul su questo troveremo anche un controller, illuminato di azzurro, con 4 tasti. Questi serviranno a: spegnere/accendere l’illuminazione delle cuffie (tasto destro), attivare/disattivare il microfono (tasto sinistro) e regolare il volume (tasti inferiore e superiore). Le funzioni sono comunque illustrate sul controller potrete quindi utilizzarlo in maniera intuitiva e semplice. Il microfono è estraibile dalla cuffia di sinistra semplicemente tirandolo ed è riposizionabile internamente col movimento opposto. Scelta felice in quanto sarà nascosto quando non serve, aumentando l’estetica. Il connettore è di tipo USB, scelta obbligata dal tipo di cuffie. Per offrire audio digitale, di questa qualità un semplice jack (analogico) non sarebbe bastato. Inoltre bisogna considerare che il connettore USB serve anche ad alimentare i led. Passiamo ora a quello che conta di più: le prestazioni sul campo. Ed è per questo che la parola d’ordine è: CLAMOROSE, l’audio 7.1, Digital 3D, True HD lascia veramente di stucco, rumori esterni azzerati e tanta potenza senza perdere qualità. Praticamente impossibile utilizzarle col volume al massimo, hanno veramente una potenza che non immaginavo e che sbalordisce. Oltre all’utilizzo da test, quindi riproduzione di tracce che sfruttano le tecnologie di queste cuffie al massimo, le ho utilizzate nell’uso quotidiano e anche in questo frangente non deludono. Da segnalare anche la presenza di un laccetto per legare il cavo quando non sono utilizzate, buon’idea. Per tutti i motivi elencati mi sento di STRAconsigliarle, senza alcun dubbio. Se considerate il connettore USB un limite dovrete rivedere la vostra posizione, è un vantaggio. L’utilizzo ideale è per il Gaming o comunque un uso professionale, ma considerato il prezzo le consiglio anche all’utenza standard.
Di seguito vi lascio il link per visionare, e se volete comprare, l’articolo su Amazon.it: <a href=”http://amzn.to/2gC7PJY” target=”_blank”>Link Amazon</a>

Altre storie
|Recensione| Samsung Galaxy S8 – Utilizzo Reale, Recensione Reale…